Wimbledon, Nadal: guerra è tragedia, ma ingiusto escludere russi

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 mag. (askanews) – “Innanzitutto bisogna capire che ci troviamo in una situazione molto complicata a livello mondiale se consideriamo quello che sta succedendo con così tanti bambini, persone, civili, che stanno morendo e perdendo tutto quello che hanno nella loro vita, partiamo da questo punto. È una situazione terribile, quando succedono queste cose, il resto non è importante, l’importante è prendere atto della sofferenza di così tante persone, Wimbledon alla fine non ha importanza, perché quello che importa è che questo disastro, questa tragedia finisca, la tragedia dell’Ucraina, finisca quanto prima”: lo ha affermato il tennista spagnolo Rafael Nadal, numero 4 della classifica Atp, ospite in collegamento con Che tempo che fa su Rai3.

“Dal mio punto di vista posso capire la decisione presa a Wimbledon, posso capirla e rispettarla, però al tempo stesso sono un compagno di sport e so quello che pensano i miei compagni di sport e non hanno colpa, non hanno per nulla colpa di tutta questa tragedia che sta avvenendo. Dal mio punto di vista questa è una decisione ingiusta per loro”, ha sottolineato Rafa.

Clip integrale su Raiplay.it

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli