Wittum: "Obiettivo produrre 3 miliardi di vaccini AstraZeneca nel 2021"

·1 minuto per la lettura
Wittum AstraZeneca
Wittum AstraZeneca

L’amministratore delegato di AstraZeneca Lorenzo Wittum ha ammesso che sul siero sviluppato dall’azienda anglo-svedese sono stati commessi degli errori e che ora sarà necessario recuperare la fiducia dei cittadini frenando l’elevata emotività che c’è stata nelle ultime settimane.

Wittum su AstraZeneca

Intervenuto al virtual meeting VacciNation organizzato dalla Camera di Commercio americana, l’ad ha spiegato che a confermare la sicurezza del vaccino, oltre all’ultimo parere dell’Agenzia Europea del Farmaco (Ema), è la situazione in Inghilterra. Quasi 15 milioni di persone sono state vaccinate con questo antidoto, cosa che ha ridotto le ospedalizzazioni del 95%, ha dato protezione contro le infezioni e non ha mostrato effetti particolari diversi da quelli registrati negli studi clinici.

Quanto ai ritardi nella fornitura delle dosi, che hanno creato non pochi intoppi nella campagna vaccinale, ha affermato che è dovuta alla produzione più bassa di un impianto presente in Europa. L’ambizione è ora quella di produrre 3 miliardi di dosi per tutto il mondo durante il 2021. “Da fine anno a inizio 2021, da quando ci siamo resi conto di avere problemi, lavoriamo instancabilmente per migliorare la produttività”.

Per quanto riguarda le dosi previste per l’Italia, attualmente si è arrivati a 4,1 milioni di dosi consegnate. L’azienda, ha concluso Wittum, sta anche lavorando con alcune aziende italiane per valutare la produzione sul territorio nazionale della sostanza attiva che serve per il vaccino.