Writer a rischio processo a Milano, Scavuzzo: la loro non è arte

Asa

Milano, 10 gen. (askanews) - "Indagine meticolosa e puntuale da parte del Nucleo Tutela Decoro Urbano della Polizia locale che potrà portare a processo per diversi reati, tra cui l'associazione per delinquere finalizzata a danneggiamento e imbrattamento, alcuni writers della più grossa crew di graffiti in Italia, una delle più conosciute in Europa". Lo ha scritto in una nota la vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo in merito alla decisione del gip Guido Salvini per quel che riguarda 11 membri dell'associazione di writers denominata WCA (We Can All). "Il writing vandalico non può essere considerato una forma d'arte, a maggior ragione quando colpisce beni comuni della città, patrimonio che tutti insieme dobbiamo impegnarci a rispettare e proteggere" ha aggiunto.