Wwf: Amazzonia, brucia pilastro equilibrio climatico

vgp

Roma, 22 ago. (askanews) - Lo scorso aprile le immagini di Notre Dame in fiamme hanno creato uno straordinario moto d'animo che ha spinto persone in tutto il mondo a piangere e soffrire per Parigi, ma anche a mobilitarsi. Oggi - scrive in una nota il Wwf - c'è bisogno della stessa voglia di reazione per quello che sta accadendo a quegli ecosistemi unici e irripetibili che non sono stati creati dall'uomo, ma sono fondamentali per la sua sopravvivenza e stanno rischiando di scomparire per sempre.

A causa della deforestazione, la foresta amazzonica nel territorio brasiliano sta perdendo una superficie equivalente a oltre tre campi da calcio al minuto e siamo sempre più vicini a un punto di non ritorno per quello che, non solo è il più grande serbatoio di biodiversità del Pianeta, ma rappresenta uno dei pilastri degli equilibri climatici. (Segue)