Wwf: solo 4mila tigri in natura, stop commercio illegale

·1 minuto per la lettura
Wwf: solo 4mila tigri in natura, stop commercio illegale
Wwf: solo 4mila tigri in natura, stop commercio illegale

Milano, 17 dic. (askanews) – In natura, in tutto il mondo, sussistono solo 4mila esemplari di tigri. Una specie a rischio estinzione che ogni giorno sfugge a mille pericoli: i bracconieri, la frammentazione del proprio habitat, il commercio illegale che alimenta il mercato di pelli, ossa e denti usati soprattutto nella medicina tradizionale di diversi paesi asiatici. La denuncia arriva dal Wwf che nel suo rapporto “Tiger Traffic Europe” spiega come neanche le 8.000 tigri in cattività siano al sicuro: i trafficanti illegali di natura approfittano spesso del trasporto di animali tra i vari paesi per rifornire zoo e circhi, con metodi poco trasparenti.

La tigre è solo la punta di un iceberg di una fitta rete di traffici illegali che attraversa tutti i continenti. Un mercato che depreda la natura e arricchisce la criminalità organizzata con entrate, secondo l’Interpol, per 280 miliardi di dollari l’anno.