Xi il supremo. Pcc approva risoluzione sul "marxismo del XXI Secolo"

·1 minuto per la lettura
Visitors walk in front of a screen showing China's President Xi Jinping at the Museum of the Communist Party of China in Beijing on November 11, 2021. (Photo by Noel Celis / AFP) (Photo by NOEL CELIS/AFP via Getty Images) (Photo: NOEL CELIS via Getty Images)
Visitors walk in front of a screen showing China's President Xi Jinping at the Museum of the Communist Party of China in Beijing on November 11, 2021. (Photo by Noel Celis / AFP) (Photo by NOEL CELIS/AFP via Getty Images) (Photo: NOEL CELIS via Getty Images)

Il sesto Plenum del Partito comunista cinese ha chiuso oggi i suoi lavori, approvando una “risoluzione storica” presentata da Xi Jinping. Lo riferisce l’agenzia Xinhua.

Il pensiero di Xi Jinping “sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era è il marxismo cinese contemporaneo, il marxismo del XXI secolo e l’essenza della cultura e dello spirito cinesi” si legge nel comunicato diffuso dopo il Plenum del Pcc, che ha approvato il “rapporto di lavoro” di Xi. Il partito “ha stabilito il compagno Xi Jinping come ‘nucleo’ del Comitato centrale e dell’intero partito”, e la sua posizione guida “nella nuova era del socialismo con caratteristiche cinesi”. È decisivo per “il grande ringiovanimento della nazione cinese”.

Il Plenum, in base a una lunga dichiarazione diffusa dalla Xinhua ai media ufficiali, ha sottolineato che “l’intero Partito deve sempre mantenere legami in carne e ossa con il popolo. Continueremo a realizzare, salvaguardare e sviluppare gli interessi fondamentali della stragrande maggioranza del popolo e a unire e a guidare il popolo cinese di tutte le etnie e gruppi nella lotta per una vita migliore”.

Tutto il Partito “deve tenere a mente che nasciamo nelle difficoltà e moriamo nella comodità, tenere a mente la lungimiranza, essere vigili in tempi di pace e continuare a portare avanti il grande nuovo progetto di costruzione del Partito in la nuova era”. Il Plenum ha rimarcato la necessità di sostenere “un governo rigoroso del Partito e di promuovere fermamente la condotta del Partito, un governo pulito e la lotta alla corruzione. Faremo in modo che la causa del socialismo con caratteristiche cinesi sia irremovibile e indomita”.

Il XX congresso del Pcc è stato convocato per la seconda metà del 2022.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli