Xi: Taiwan “questione interna” per la Cina, no interferenze

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 9 ott. (askanews) - "Questione interna alla Cina che non ammette interferenze esterne". Il leader cinese Xi Jinping parlando nella scenografica Grande Sala del Popolo di Pechino, ha detto che una "pacifica" riunificazione di Taiwan con la Cina continentale è nell'interesse di Pechino, nonostante le minacce militari in crescita contro l'isola autonoma. La riunificazione pacifica è in linea con l'interesse generale della nazione cinese, compresi i connazionali di Taiwan, ha detto il leader secondo i media cinesi.

Le osservazioni di Xi sono arrivate pochi giorni dopo che l'esercito cinese ha inviato un numero record di aerei militari, in volo verso Taiwan, in esercitazioni che l'isola autogovernata ha definito una minaccia.

Xi parlava a una celebrazione ufficiale che si è concentrata in gran parte sulla necessità che il Partito Comunista al potere continui a guidare la Cina. "La riunificazione della nazione deve essere realizzata, e sarà sicuramente realizzata", ha promesso Xi davanti a politici, militari e altre autorità riunite nell'enorme salone.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli