Yemen, Amnesty: milioni di persone con disabilità abbandonate -5-

Dmo/Red

Roma, 4 dic. (askanews) - Bisogni elevatissimi ma senza una risposta

Lo Yemen ha aderito alla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità e ha delle leggi concepite per proteggere gli almeno 4,5 milioni di persone con disabilità, ovvero il 15 per cento della popolazione del paese, secondo quanto calcolato dall'Organizzazione mondiale della sanità. Ci sono pochi dati attendibili e considerato l'impatto del conflitto in corso alcuni esperti ritengono che il numero effettivo sia maggiore. La guerra yemenita e il crollo economico hanno colpito duramente la sanità pubblica e i servizi sociali portando a una sistematica incapacità a garantire i diritti delle persone disabili. Molti si affidano all'elemosina o si arrangiano; qualcuno finisce in povertà per pagare beni fondamentali come farmaci o pannolini per adulti.

I familiari hanno detto di aver venduto i loro averi o aver rimandato il pagamento dell'affitto e altre importanti spese per dare priorità ai costi relativi al sostegno di un proprio familiare. La mamma di una bambina di tre anni con epilessia e atrofia muscolare spinale ha dichiarato: "Ho venduto i mobili di casa e l'ho portata a Sana'a per curarla […] Dopo quattro mesi, ho visto che non si muoveva, non rideva e non giocava. L'ho riportata [a Sana'a]. L'altro giorno ho persino chiesto a un amico di vendere un rene. Sarei disposta a farlo, per potermi permettere un altro anno di cure, le scarpe di cui ha bisogno e qualsiasi altra cosa".(Segue)