Yemen, Save the Children: più voli per aiutare bimbi a rischio vita

Ihr

Roma, 4 feb. (askanews) - Ieri, dopo 3 anni, è stato riaperto ai voli sanitari l'aeroporto di Sanaa, con la partenza di un volo con sei pazienti diretti ad Amman in Giordania. Si riattiva così un collegamento vitale per migliaia di bambini bloccati in Yemen, senza accesso alle cure salvavita di cui hanno bisogno. Anche se si tratta di un fatto positivo, Save the Children chiede con forza alle parti in causa di riaprire l'aeroporto anche ai voli commerciali, perché possano entrare nel Paese le medicine, la strumentazione medica e gli altri beni indispensabili.

Anche se l'aeroporto è stato riaperto ai voli sanitari, infatti, il problema principale resta quello che molti yemeniti non possono permettersi il viaggio per raggiungere Sanaa, e ancor di più il costo del biglietto aereo e delle cure all'estero. (Segue)