Yemen, Usa confermano: cerchiamo soluzione politica con ribelli

Yemen, Usa confermano: cerchiamo soluzione politica con ribelli

Ryad, 5 set. (askanews) – Gli Stati Uniti hanno confermato di essere in trattative con i ribelli Houthi in Yemen per trovare una soluzione “accettabile” al conflitto che devasta da cinque anni questo Paese, dove si è “impantanato” l’alleato saudita.

L’annuncio è stato fatto da un diplomatico americano di alto rango nel corso di una visita in Arabia Saudita, che guida in Yemen una coalizione antiribelli. È la prima volta che un responsabile americano parla pubblicamente di negoziati tra l’amministrazione del presidente Donald Trump e i ribelli Houthi che si sono impadroniti della capitale San’a nel 2014 e da allora controllano ampie zone del nord del Paese. “Ci stiamo concentrando sugli sforzi per porre fine alla guerra in Yemen”, ha detto David Schenker, vice Segretario di stato americano per il Medio Oriente durante una conferenza stampa presso la base aerea di al Kharj, a sud di Riad.

Per anni, i separatisti hanno accusato il potere centrale di discriminare gli yemeniti del Sud e di distribuire in modo non equo la ricchezza del Paese, il più povero della penisola arabica. La scorsa settimana, il governo yemenita ha accusato apertamente gli Emirati di aiutare militarmente questi separatisti, compresi i raid aerei contro le sue truppe. Il conflitto tra governo e separatisti ha aggravato la crisi umanitaria nello Yemen, considerata dall’Onu la più grave al mondo.