New York, attacchi 9/11: la (presunta) mente pronta a collaborare

Khalid Sheikh Mohammed si offre di collaborare con i querelanti nella causa contro l'Arabia Saudita, da loro accusata di complicità negli attentati, se il governo Usa rinuncerà a chiedere la pena di morte contro di lui alla commissione militare di Guantanamo.