Zaia contro i virologi: "In tv dicono tutto e il contrario di tutto"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Un "lockdown generalizzato non è sostenibile e non serve, in Veneto la maggior parte sono asintomatici e la sanità è assolutamente sotto controllo". Dunque "ok a misure nazionali, decidiamole insieme, e chi ritiene per il piano adottato può aggiungere misure territoriali restrittive". E' quanto avrebbe detto, a quanto si apprende, il governatore del Veneto Luca Zaia, nel corso dell'incontro tra regioni, enti locali e governo sull'emergenza coronavirus.

"Dobbiamo fare squadra ed essere uniti tra noi e il governo", l'appello di Zaia, che se la sarebbe presa con gli esperti: "E' intollerabile che i virologi dicano tutto e il contrario di tutto in tv".

Quanto all'Rt "non sempre è paragonabile tra Regioni perché il numero dei tamponi e dei contact tracing sono diversi" avrebbe detto il governatore, che avrebbe anche chiesto di puntare a "irrobustire le cure domiciliari", le persone che non richiedono interventi specifici, il suo ragionamento, "devono potersi curare in casa".