Zaia: non è certo che un bimbo asintomatico non sviluppi virus

Bnz

Venezia, 4 feb. (askanews) - "Il tema ci viene posto dalle famiglie e il quesito che abbiamo posto al ministero è: il bimbo che arriva dalle zone infette della Cina, cinese o italiano che sia, se asintomatico può entrare tranquillamente a scuola? Che certezza abbiamo che questo studente possa non sviluppare la malattia? Nessuna". Lo ha detto Luca Zaia, presidente Regione Veneto, su Radio 24, rispondendo a chi gli chiedeva perché 4 regioni, tra cui il Veneto, chiedano l'isolamento per gli alunni di rientro dalla Cina.

"Se l'istituto superiore di Sanità e il governo dicono che non c'è nessun problema - ha aggiunto Zaia - siamo tutti felici altrimenti potremmo dire che abbiamo posto la questione".