Zalone torna in teatro tra adozioni, migranti e Putin: "Il mio show è un Ted"

(Adnkronos) - "Parlo di adozioni, diritti civili, Putin,tra momenti pungenti e temi scottanti. Questo spettacolo è un Ted". Parola di Checco Zalone che presenta così il suo one-man-show dal titolo 'Amore + Iva', un vero e proprio evento teatrale che vedrà lo showman barese in tour per un anno sui palcoscenici più prestigiosi di tutta Italia. Lo show, scritto dallo stesso Zalone con Sergio Maria Rubino e Antonio Iammarino e prodotto da Arcobaleno Tre e Mzl, con l’organizzazione generale di Lucio e Niccolò Presta, debutterà a Firenze, al Pala Wanny (dall’8 al 12 novembre 2022).

"Mi ritengo fortunato perché nella mia carriera ho lavorato con i più grandi. Su questo progetto ho investito tantissimo perché credo che in questo momento storico tutti noi abbiamo bisogno di Checco Zalone", sottolinea Lucio Presta annunciando che solo attraverso i canali online sono già stati venduti più di 100mila biglietti.

'Amore + Iva' è uno spettacolo calato nella contemporaneità, con storie sul tema dell’integrazione, "affrontato dal punto di vista di Mendel, padre della genetica", scherza Zalone. Ma anche "la guerra con un Putin inedito", la storia di una "famiglia arcobaleno che adotta un bambino in un orfanatrofio di Predappio" o quella "di una signora che a febbraio voleva adottare una famiglia ucraina, ma era disperata perché erano finite: alla onlus le avevano detto che erano rimaste solo quelle siriane...".

Molta musica con momenti dedicati a Mina e Celentano, un omaggio a Jannacci e imitazioni di Vasco Rossi e del Maestro Muti, ma soprattutto molta satira, anche sul tema delle donne affrontato "con una parte di sano maschilismo, perché abbiamo al governo una donna e il pubblico apprezza tantissimo", osserva con ironia Zalone che confessa di essere rimasto "colpito dalla capacità di comunicazione di Giorgia Meloni".

Risate sicure quindi per la tournée nei teatri e nei palazzetti di tutta Italia di Zalone che dopo le prime date di Firenze, arriva a Bologna, Conegliano, Trieste, Ravenna, Torino e gli Arcimboldi di Milano per un mese dal periodo natalizio al 20 gennaio. Zalone coinvolgerà gli spettatori tra risate e buon umore, creando tuttavia varchi anche per la riflessione e persino per la commozione. Sul palco, con lui 4 musicisti (Antonio Iammarino alle tastiere, Felice Di Turi alla batteria, Egidio Maggio alla chitarra e Pierpaolo Giandomenico al basso) e due performers (Alice Grasso e Felicity).