Zanardi: al via il risveglio, ma il quadro neurologico rimane grave

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Alex Zanardi (AP Photo/Mauro Pimentel)
Alex Zanardi (AP Photo/Mauro Pimentel)

I medici dell'ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena hanno cominciato il lento processo di risveglio di Alex Zanardi, ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva del nosocomio dallo scorso 19 giugno, data del drammatico incidente in handbike. Lo ha confermato la direzione sanitaria in accordo con la famiglia del pilota.

Dopo essere rimasto quasi un mese in sedazione assistita per ridurre possibili effetti al cervello durante gli interventi neurologici, al paziente verrà lentamente ridotta la sedo-analgesia. In seguito saranno necessari alcuni giorni per ulteriori valutazioni da parte dall’équipe multidisciplinare, che ha precisato che al momento il quadro neurologico di Zanardi resta comunque grave. Stabili, invece, i parametri cardio-respiratori e metabolici.

VIDEO - Zanardi, la ricostruzione dell’incidente

Ecco il comunicato odierno dell’ospedale sulle condizioni del pilota:

In riferimento alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva dell’Aou Senese, la direzione sanitaria, in accordo con la famiglia del campione, informa che è stata avviata in questi giorni la progressiva riduzione della sedo-analgesia. In seguito alla riduzione della sedazione saranno necessari alcuni giorni per ulteriori valutazioni sul paziente da parte dall’équipe multidisciplinare che ha in cura l’atleta, per permettere ogni prosecuzione del suo percorso terapeutico e riabilitativo. Attualmente, rimangono stabili i parametri cardio-respiratori e metabolici, permane grave il quadro neurologico e la prognosi rimane riservata. Ulteriori informazioni sulle condizioni di salute di Alex Zanardi verranno diffuse la prossima settimana in accordo con la famiglia.

VIDEO - Chi è Alex Zanardi