Zanardi, "moglie molto forte e consapevole dei rischi"

webinfo@adnkronos.com

"Ho portato la solidarietà da parte mia, del prefetto e di tutta la cittadinanza di Siena alla famiglia di Alex Zanardi. Alla moglie, la signora Daniela, ho manifestato la vicinanza di tutta la nostra comunità. E' una donna molto forte, con un carattere volitivo e l'ammiro per la sua storia. E' una donna che sa quello che dice e sa quello che vuole. Se Alex è un grande atleta, se è un grande campione, anche la famiglia è fatta di grandi campioni nella vita, che conta forse anche più dello sport". Lo ha detto il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, parlando con i giornalisti dopo aver fatto visita questa mattina a Daniela Manni, moglie dell'ex pilota di Formula 1 Alex Zanardi ricoverato nel policlinico universitario di Santa Maria delle Scotte. 

"Lei è contenta e sicura del lavoro fatto dai medici - ha aggiunto De Mossi a proposito del colloquio avuto con la moglie di Zanardi -. Si pongono delle domande: le scelte che faranno saranno le loro, nessuno si può permettere di ipotizzare o suggerire. Sono scelte importanti, complesse e che riguardano un affetto principale". Da parte di Daniela Manni, ha sottolineato il sindaco, "ho trovato un atteggiamento di dolore ma fermo, consapevole a ciò in cui va incontro, dei rischi, ma anche estremamente dignitosa e rispettosa del marito, della sua famiglia e dei propri sentimenti". "Il paradosso - ha evidenziato il sindaco di Siena - è che Alex Zanardi ha dei parametri medici straordinari, è proprio un atleta. Mi hanno detto i sanitari che tutti i parametri e le funzioni sono incredibilmente buoni. C'è da attendere, ovviamente, le reazioni del paziente nei prossimi giorni alle terapie".