Zangrillo: "Cure sbagliate a casa, pazienti in ospedale e Italia zona rossa"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"La maggioranza degli accessi Covid in Pronto Soccorso sono causati da terapie domiciliari assenti o sbagliate". Lo scrive su Twitter il professor Alberto Zangrillo, primario dell'unità operativa di Anestesia e Rianimazione generale dell'Istituto San Raffaele di Milano, nonché referente direzionale delle Aree Cliniche del medesimo ospedale. "Per l'abbandono del paziente e il cortisone alla prima linea di febbre, l'Italia va in rosso", aggiunge Zangrillo, facendo riferimento alle misure previste dal decreto appena varato dal governo. La stretta, in vigore dal 15 marzo, prevede l'eliminazione della zona gialla, con regiosi divise tra zona rossa e zona arancione. A Pasqua, tra il 3 e il 5 aprile, tutta Italia sarà zona rossa.