Zangrillo: "Farò vaccino con i colleghi, niente passerelle"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Lo aveva spiegato nel giorno in cui è stato presentato il V-Day lombardo, il 23 dicembre. E Alberto Zangrillo è stato di parola: "Mi vaccinerò insieme ai miei colleghi del San Raffaele quando sarà disponibile il vaccino". Niente iniezione scudo all'ospedale Niguarda di Milano per il prorettore dell'università Vita-Salute e primario di anestesia e rianimazione dell'Irccs di via Olgettina. Ma l'appuntamento con il vaccino è solo rimandato, perché il primario, come confermato oggi, preferisce condividere il suo personale V-Day con i colleghi del suo ospedale. "Perché voglio evitare strumentalizzazioni", aveva chiarito subito, confermando anche oggi di "non volere passerelle".