Zangrillo-Severgnini, botta e risposta su casi Covid

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Botta e risposta tra Beppe Severgnini e Alberto Zangrillo sui pazienti Covid e la gravità dei casi che arrivano nei pronto soccorso. Su Twitter, Severgnini ha rilanciato un articolo con le dichiarazioni di Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell'ospedale San Raffaele di Milano, secondo cui "6 positivi su 10 sono codici verdi" e quindi "non è un disastro". "Professor Zangrillo, mi dispiace, ma le cose non stanno così. Questa la situazione nel Pronto Soccorso del suo ospedale, mezz'ora fa", scrive Severgnini abbinando al suo tweet un grafico secondo cui il pronto soccorso del San Raffaele sarebbe sovraffollato. Da qui, la replica di Zangrillo: "Gentile dott. Severgnini, il prospetto da lei presentato fotografa la presenza di pazienti in pronto soccorso suddivisa per codice di gravità. I positivi al Sars-Cov-2 rappresentano una parte. La attendo in pronto soccorso, anytime, per una sua eventuale verifica".