Zangrillo: "Vaccino? Lo farò quando disponibile"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

E' uno dei primari in trincea contro Covid-19. Anche per lui è stata prenotata una dose del vaccino anti Sars-CoV-2 e la Regione lo ha elencato fra i camici bianchi che in Lombardia saranno i primi a riceverlo. Ma Alberto Zangrillo non lo farà all'ospedale Niguarda di Milano, l'hub dove arriveranno le prime dosi simboliche, che sarà sotto le luci della ribalta domenica 27 dicembre. Contattato dall'AdnKronos Salute, racconta i dettagli di come sarà il suo personale V-Day: "Mi vaccinerò insieme ai miei colleghi del San Raffaele quando sarà disponibile il vaccino".

Il prorettore dell'università Vita-Salute e primario di anestesia e rianimazione dell'ospedale San Raffaele di Milano, spiega anche il motivo di questa scelta: "Perché voglio evitare strumentalizzazioni".