Zaniolo positivo al Covid: "Non ho sintomi, tiferò Roma da casa"

·2 minuto per la lettura

AGI - "Ciao a tutti, purtroppo sono risultato positivo al Covid-19 dopo l'ultimo tampone effettuato questa mattina. Sto bene, non ho sintomi ma ho ovviamente iniziato subito la quarantena. Spero di tornare ad allenarmi a Trigoria il prima possibile, nel frattempo farò il tifo per i miei compagni da casa". Così sul suo profilo Instagram Nicolò Zaniolo annuncia di essere positivo al coronavirus.

E sono tantissimi a commentare la notizia. In molti sottolineano la sfortuna di questo ragazzo ("Se il diavolo ti incontra si gira dall'altra parte per quanto sei fortunato..."), che sta recuperando dopo un gravissimo infortunio al ginocchio. Ci sono anche quelli che alludono alla sua turbolenta vita privata: chi con malizia  ("Co tutte quelle donne ringrazia dio de avecce solo il Covid") e chi con comprensione per il ragazzo 'vittima' del clamore mediatico gossipparo ("Sai mo la monnezza che ti tireranno addosso sti 4 pecorari giornalai?"). Infine c'è chi sogna di averlo in squadra strappandolo alla Roma ("Se vieni alla Juve abbiamo ottimi medici che ti faranno guarire in 2 secondi").

Nicolò Zaniolo, nato a Massa il 2 luglio 1999, alla Roma dalla stagione 2018-2019 arrivato senza clamori dall'Inter nella trattativa per il passaggio in nerazzurro di Nainggolan, è un campione di immenso talento la cui brevissima carriera è stata già segnata da due gravissimi infortuni. Ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale durante la partita persa in casa dalla Roma con la Juventus 2-1 il 12 gennaio 2020 ed è stato operato dal professor Mariani a Villa Stuart.

Dopo una lunga riabilitazione e il ritorno in campo 6 mesi dopo l'infortunio - il 5 luglio in occasione della sconfitta maturata al San Paolo contro il Napoli - per il centrocampista pochi mesi di tranquillità. Il 7 settembre 2020, durante il primo tempo della partita di Nations League disputata dalla Nazionale italiana ad Amsterdam contro i Paesi Bassi, nuovo gravissimo incidente: rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Stavolta decide di operarsi in Austria, a Innsbruck. Il ritorno in campo di quello che è considerato il più forte giovane calciatore italiano è previsto tra la fine di marzo e le prime settimane di aprile, in tempo per l'ultima parte del campionato e gli Europei di Calcio che si terranno a giugno.