Zaporizhzhia, missione Aiea da domani: scambio accuse Ucraina-Russia

(Adnkronos) - Il team di ispettori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) è arrivato a Kiev in vista dell'inizio della missione alla centrale nucleare di Zaporizhzhia in Ucraina. Lo ha riferito il capo dell'Aiea, Rafael Grossi, citato dal Guardian. Secondo Grossi, la missione alla centrale si terrà da domani a sabato.

La Russia ''stava aspettando da tempo'' la missione degli ispettori dell'Aiea perché ''questa missione è nell'interesse'' della Russia, ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov nel corso della sua quotidiana conferenza stampa. Mosca, ha aggiunto, auspica che la missione degli ispettori dell'Aiea possa ''andare avanti come è stato concordato''.

Ma secondo Kiev "la Russia sta deliberatamente bombardando i corridoi" attraverso i quali la missione dell'Aiea potrebbe raggiungere la centrale nucleare di Zaporizhzhia. "Tutto per offrire il passaggio tramite la Crimea/Ordlo (i territori occupati dai russi nelle regioni di Luhansk e Donetsk, ndr)", scrive su Twitter il consigliere della presidenza ucraina, Mykhailo Podolyak, aggiungendo che la posizione dell'Ucraina è sempre la stessa. Kiev, ha precisato, sostiene l'accesso degli ispettori alla centrale "solo attraverso il territorio controllato dall'Ucraina. La smilitarizzazione della centrale nucleare. Il ritiro delle truppe russe. Solo personale ucraina nell'impianto".

Secondo il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, quella all'impianto di Zaporizhzhia, la centrale nucleare più grande d'Europa nel sud dell'Ucraina, sarà ''la missione più difficile nella storia dell'Aiea, date le attività di combattimento intraprese dalla Federazione Russa sul campo e anche il modo palese con cui la Russia sta cercando di legittimare la sua presenza".

Intanto continua anche lo scambio di accuse tra Mosca e Kiev circa gli attacchi alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande dell'Europa nel sud dell'Ucraina. Nelle prime ore di oggi Oleksandr Starukh, capo dell'amministrazione militare della regione, ha denunciato un attacco russo sulla città di Zaporizhzhia. A seguire il funzionario russo Vladimir Rogov, a capo dell'amministrazione regionale posta da Mosca, ha accusato Kiev di aver colpito la centrale. ''Il motivo dell'attacco è la volontà della leadership di Kiev di ostacolare la missione dell'Aiea'', ha scritto su Telegram riferendosi all'arrivo degli ispettori domani.