Zaporizhzhia, Russia: "Due ispettori Aiea resteranno nella centrale"

(Adnkronos) - Due ispettori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) rimarranno in permanenza alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, occupata da forze russe. Lo ha detto all'agenzia stampa Ria Novosti il rappresentante russo presso le organizzazioni internazionali a Vienna, Mikhail Ulyanov.

"Non abbiamo armi pesanti sul territorio della centrale nucleare e nelle aree circostanti. Spero che la missione dell'Aiea lo veda personalmente" ha affermato il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, parlando dell'impianto di Zaporizhzhia, dove Kiev continua a condurre "azioni spericolate" incoraggiate dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea. "Speriamo che i risultati imparziali della missione dell'Aiea siano comunicati alla comunità mondiale. Vorrei sottolineare che in caso di ulteriori provocazioni, ogni responsabilità ricade interamente sulle autorità ucraine" ha aggiunto Shoigu.

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha dichiarato che, nonostante l'accordo con il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, Rafael Grossi, la missione dell'Aiea ieri è arrivata alla centrale nucleare di Zaporizhzhia senza giornalisti e che "c'erano solo propagandisti dalla Russia".

"Quando abbiamo incontrato a Kiev il sig. Grossi e i membri della missione - ha detto Zelensky - abbiamo convenuto che la stessa sarebbe stata accompagnata da giornalisti dei media ucraini e internazionali. Giornalisti indipendenti. In modo che il mondo potesse vedere la verità. Invece ciò non è successo". Zelensky ha aggiunto che "la Russia si è comportata cinicamente per ingannare la missione, anche intimidendo i residenti di Energodar: gli occupanti hanno costretto le persone a mentire ai rappresentanti dell'Aiea".