Zelensky alle Nazioni Unite: "La Russia fermi le bombe sulle infrastrutture civili"

Zelensky alle Nazioni Unite: "La Russia fermi le bombe sulle infrastrutture civili"

Una richiesta che è soprattutto una denuncia.
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha sollecitato il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a fare pressione sulla Russia affinché cessi gli attacchi aerei contro le infrastrutture sensibili del Paese.

Zelensky ha esortato il Consiglio a sostenere una risoluzione che condanni "qualsiasi forma di terrore energetico", ma con il veto di Mosca è poco probabile che la misura si riveli efficace.

L'appello del presidente ucraino fa seguito all'ultimo bombardamento della Russia sulla rete energetica ucraina, che ha privato milioni di persone di energia elettrica e di acqua.

"Il terrore energetico è paragonabile all'uso di armi di distruzione di massa - ha detto Zelensky - Quando la temperatura è sotto lo zero e decine di milioni di persone sono senza energia, senza riscaldamento, senza acqua, questo è un evidente crimine contro l'umanità".

Gli Stati Uniti hanno accusato il Presidente russo Putin di aver "chiaramente armato l'inverno per infliggere immense sofferenze al popolo ucraino". L'ambasciatore russo ha respinto quelle che ha definito "minacce e ultimatum sconsiderati" da parte dell'Ucraina e dei suoi sostenitori in Occidente.

Il Parlamento dell'Ue ha risposto alle sollecitazioni ucraine. La presidente Roberta Metsola ha lanciato l'iniziativa "Generatori di speranza".

La campagna invita le città europee a donare generatori di corrente e trasformatori per aiutare gli ucraini a superare il rigido inverno che li attende.

Nel tweet: "Abbiamo dato il via alla campagna europea #GeneratorsofHope per l'Ucraina. @Europarl_EN invita tutte le città e i paesi europei a partecipare alla nostra campagna con @EUROCITIES. Dare energia agli ucraini, fornire loro acqua pulita, garantire servizi quotidiani. Per generare speranza".

Secondo Kiev, Putin spera che la mancanza di energia elettrica e le abitazioni non illuminate e non riscaldate possano ridimensionare il sostegno degli ucraini nel prosieguo della guerra.