Zelensky: "Spetta all'Onu far rispettare l'accordo sul grano"

Miguel MEDINA / AFP

AGI - È l'Onu che si deve prendere la responsabilità di far rispettare l'accordo sulle esportazioni di cereali dall'Ucraina, firmato oggi a Istanbul.

Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. "Tutti capiscono che la Russia potrebbe fare delle provocazioni, cercando di screditare gli sforzi dell'Ucraina e internazionali. Ma noi ci affidiamo all'Onu. Ora è loro responsabilità quella di garantire il rispetto dell'accordo", ha dichiarato nel suo video serale.

L'accordo di oggi, ha aggiunto Zelensky, "corrisponde interamente agli interessi dell'Ucraina".

Secondo il leader di Kiev, le forze armate ucraine controllano "al 100% tutti gli accessi ai porti", e l'accordo permetterà di esportare circa 20 milioni di tonnellate del raccolto dell'anno scorso oltre a quello dell'anno in corso.

"Parliamo dei redditi degli agricoltori, dell'insieme del settore agricolo e del bilancio dello Stato. Di posti di lavoro. Abbiamo ora 10 miliardi di dollari di cereali", ha sottolineato.

"Esiste una possibilità di ridurre la gravità della crisi alimentare provocata dalla Russia e di impedire una catastrofe mondiale, una carestia che potrebbe condurre al caos politico in numerosi Paesi del mondo, in particolare in quelli che ci aiutano. È una nuova prova che l'Ucraina può resistere a questa guerra", ha concluso Zelensky.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli