Zelensky a Italia: "Risoluzione in Senato? Sosteneteci"

(Adnkronos) - "Voglio dire che voi state supportando non l'avanzata delle forze ucraine, ma la capacità di difesa del nostro esercito". Così il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky rispondendo in collegamento al Global Policy Forum di Ispi a una domanda sulla risoluzione che il Senato dovrà votare domani sul sostegno dell'Italia all'Ucraina. "Tutte le aree in cui stiamo avanzando sono territori ucraini. Non stiamo attraversando i confini, non stiamo uccidendo civili e cittadini russi. Noi siamo una nazione che vuole essere indipendente. Vi prego di supportarci", ha detto Zelensky.

"Grazie per il supporto alla nostra gente e ai nostri studenti. Questo è il nostro futuro. E non vogliamo perderlo. Grazie per preservarlo", ha poi detto Zelensky. "Più di 12 milioni di persone in Ucraina hanno lasciato le loro case. All'inizio di quest'anno queste persone avevano case, cibo, pianificavano il futuro ed è stato tutto distrutto dall'invasione russa. Più di 5 milioni di persone hanno lasciato il Paese e si sono rifugiati all'estero, in particolare in Italia", ha detto Zelensky, ringraziando "la vostra gente, le vostre città e il governo e il primo ministro Draghi per l'assistenza alla nostra gente, innanzitutto donne e bambini. Questo è molto importante".

"L'Unione europea ci consideri un partner alla pari", il messaggio all'Europa di Zelensky. L’adesione all’Unione europea - ha aggiunto - "è un elemento unificante per i cittadini" ucraini. "Nel nostro Paese - ha aggiunto - tutti i cittadini hanno una motivazione: la fine della guerra. Vogliamo solo quello che ci appartiene, stiamo proteggendo la nostra terra e vogliamo mostrare che l’Ucraina non ha paura del secondo esercito del mondo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli