Zevi(Roma!): Raggi insegue emergenze e Capitale va a picco

Sis

Roma, 15 gen. (askanews) - "Emergenza smog. Immondizia per le strade. Caos trasporti. La vita a Roma è sempre più un continuo slalom tra i disagi. Eppure il traffico veicolare e la chiusura delle discariche, come nel caso di Colleferro, non sono certo eventi imprevedibili. Se la sindaca Virginia Raggi usasse lo stesso tempo che dedica agli sproloqui a programmare, a far spazzare le strade e a far funzionare i trasporti, avremmo certamente una Capitale più pulita e vivibile". Ad affermarlo è Tobia Zevi, presidente dell'Osservatorio "Roma! Puoi dirlo forte".

"Per affrontare il problema dello smog - aggiunge Zevi - serve un ripensamento radicale dei nostri stili di vita, un cambiamento profondo sollecitato soprattutto dalle nuove generazioni. Un tema che va affrontato con misure strutturali, pianificando provvedimenti concreti e non inseguendo l'emergenza". "Il blocco del traffico è la soluzione più semplice, ma l'efficacia è davvero minima. E spero che l'emergenza smog non diventi la 'maschera' della Raggi per non parlare dell'immondizia per strada - sottolinea - La verità è che si dovrebbe puntare su un sistema di trasporto pubblico moderno ed efficiente, così da spingere i cittadini a lasciare a casa l'auto. Ma a Roma purtroppo i concetti dell'efficienza e della programmazione non ispirano di certo l'azione di governo della città. Chiedere ai romani per credere…".