Zingaretti: cambia statuto Pd, nessun passo indietro ma non più adeguato

Vep

Bologna, 17 nov. (askanews) - "Il partito così come è organizzato oggi non è in grado" di affrontare le sfide presenti e future, serve "uno strumento più aperto e democratico", "serve una radicale riforma dopo 12 anni dalla fondazione del partito. Saldiamo partito e paese, trasformiamo il Pd in una officina pensante al servizio della Repubblica e non una comunità che si chiude per preservare gli interessi di chi ne fa parte". Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, dalla convention di Bologna.

"Altro che passi indietro noi apriamo gli anni Venti del "nuovo secolo con l'ambizione di rifondare la politica della Repubblica italiana", ha concluso.