Zingaretti: “Combatterò contro l’ipotesi di proporzionale puro”

nicola zingaretti

Al Festival delle Città, Nicola Zingaretti è intervenuto in merito alla legge elettorale. “Credo che andremo verso una riforma elettorale – ha detto il segretario del Pd – e credo, lo dico da subito, che combatterò contro qualsiasi ipotesi di proporzionale puro che punti alla parcellizzazione delle forze all’interno del parlamento. Se si dovesse arrivare al proporzionale puro, allora assolutamente sì allo sbarramento”.

Zingaretti sulla legge elettorale

Giancarlo Giorgetti dal palco di Atreju ha dichiarato: “Nel programma di governo non c’è il ritorno al proporzionale. C’è solo scritto che servono garanzie costituzionali per la rappresentanza“. Nicola Zingaretti, invece, ha le idee chiare sulla nuova legge elettorale: “Lo dico da subito – ha chiarito il segretario del Pd – che combatterò contro qualsiasi ipotesi di proporzionale puro che punti alla parcellizzazione delle forze all’interno del parlamento”. Il sistema proporzionale, infatti, punta a un’alleanza post-elettorale, mentre il maggioritario premia le coalizioni e penalizza i partitini. Tuttavia, il segretario del Pd apre uno spiraglio di mediazione: “Se si dovesse arrivare al proporzionale puro, allora assolutamente sì allo sbarramento”.

La discussione nei partiti

La Lega, molto forte nel sondaggi, seppur con qualche calo, punta a una legge elettorale maggioritaria e guarda a una possibile alleanza con il centrodestra (Forza Italia e Fratelli d’Italia). Anche i fondatori del Pd, però, si allineano ai leghisti: Walter Veltroni e Romano Prodi sostengono il maggioritario. Controtendenza, invece sono il Movimento 5 stelle e Italia Viva, per i quali il maggioritario provocherebbe soltanto danni. Essendo partiti con minori consensi, un proporzionale garantirebbe maggiori possibilità.