Zingaretti: "Condivido preoccupazioni Conte"

webinfo@adnkronos.com

"Non siamo in presenza di una crisi che nessuno ha dichiarato, Conte ha chiesto a tutti un atto di chiarezza. E' evidente che questo governo coincide con la fine della legislatura ma non credo siamo in questa situazione". Così il segretario del Pd Nicola Zingaretti. 

"Ho letto le dichiarazioni di Conte, comprendo e condivido la sua forte preoccupazione e il grande richiamo alla serietà della maggioranza. E' sua prerogativa, come presidente del Consiglio, reagire alle fibrillazioni che è giusto vengano prese sul serio e su cui si chiede maggiore collegialità, altrimenti è davvero difficile dare un segno di indirizzo su dove vogliamo andare", ha aggiunto il segretario del Pd.  

"Tra qualche settimana gli stipendi di 19 mln di italiani saranno più ricchi, così come le politiche sulla famiglia stanno trovando centralità nuova, gli italiani non pagheranno più ticket. Ma accanto a questi segnali positivi si addensano segnali negativi, penso alle difficoltà della crescita e del Pil, la natalità, il coronavirus. Questi fattori, positivi e di difficoltà, devono portare tutta a maggioranza a un fare salto in avanti guardando ai destini delle persone", ha aggiunto Zingaretti. Insomma, si può andare avanti con il governo "se si concretizza una agenda che valga la pena di essere condivisa e realizzata, per questo mettiamo in campo dei contenuti importanti".