Zingaretti: intergruppo? Serve un Pd forte ma capace di allearsi

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 feb. (askanews) - E' sbagliato "accendere i riflettori" sull'intergruppo parlamentare Pd-M5s-Leu, si tratta di un "coordinamento" dei lavori, ma è vero che il Pd deve avere "alleanze vincenti" perché "un partito isolato è perdente". Lo ha detto il segretario democratico Nicola Zingaretti parlando a 'Oggi è un altro giorno' su Rai 1. "Ho una sola linea: un Pd forte e un'alleanza vincente. Dobbiamo avere forti contenuti, ma anche preoccuparci di farli vincere".

Ha aggiunto Zingaretti: "Nelle città questo vorrà dire costruire alleanze per i sindaci larghe. Sono convinto che il centrosinistra vincerà nelle grandi città - e non solo nelle grandi città - alle prossime amministrative".

Detto questo, "sul lavoro parlamentare se ci sono forme di coordinamento non accenderei troppi riflettori o casi politici. Credo invece che un Pd piccolo, isolato, senza alleanze è perdente. Ho preso un partito nel 2018 che era sconfitto, marginale, isolato. Oggi siamo un partito centrale". Dunque, "non cavalchiamo troppo questo tema. La destra è fatta di tre grandi partiti - Lega, Fdi e Fi - molto diversi tra loro, ma anche molto uniti. Un partito come il Pd deve avere una sua identità ma anche preoccuparsi di essere insieme ad altri".