Zingaretti: "M5S? Verificare non accordicchi ma convergenze"

webinfo@adnkronos.com

"Non possiamo chiuderci in una rappresentanza nobile delle nostre idee, dobbiamo essere quella forza che mette in campo una idea di Paese, con la nostra autonomia, e al tempo stesso dobbiamo costruire un progetto credibile". Lo ha detto Nicola Zingaretti alla Assemblea dei sindaci Pd, parlando del rapporto con il M5S.  

"Decideremo insieme, con profondità e dentro un processo politico, ma se il 45-50% della rappresentanza politica del Paese si è unito dietro un leader di destra, non possiamo non porci il problema dell'altro 45-48%, che governa insieme e vuole farlo per i prossimi tre anni -ha spiegato il segretario del Pd -. E' un obbligo morale non di fare accordicchi sotto banco o salti del Rubicone, ma questa parte del Paese non rimane ferma a contemplare una esperienza ma tenta di verificare le punte avanzate di convergenza, poi non so sarà alleanza e se strategica".