Zingaretti: mai più principi medioevali del decreto Pillon

Gab

Roma, 8 set. (askanews) - "Possiamo dire ai nostri figli, alle bambine e ai bambini di oggi, alle donne italiane che non vivranno mai in un Paese nel quale i rapporti nella famiglia saranno dettati dai principi medioevali del decreto Pillon". Lo ha affermato il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, alla Festa dell'Unità di Ravenna, aggiungendo che "è solo l'amore il principio regolatore che deve essere alla base di un unione famigliare. Ecco perché, vista una possibilità di percorrere insieme una via, ci siamo rimessi in gioco abbiamo accettato la scommessa. E ora dovremo essere coerenti con gli impegni presi".

"Ve lo assicuro - aggiunge - non accadrà mai più ciò che è accaduto mesi fa a quella professoressa di Palermo sospesa per due settimane solo perché aveva garantito il diritto di pensiero e di critica ai suoi studenti di una scuola pubblica. Lo diciamo a lei alla Professoressa Dell'Aria, non accadrà mai più perché abbiamo chiaro che in Italia c'è un reato, ma il reato è apologia di fascismo. Non di antifascismo".