Zingaretti: nessun risentimento verso Iv, ma serve affidabilità

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 gen. (askanews) - Nicola Zingaretti nega "risentimenti" verso Italia viva, ma ricorda che esiste un problema di "credibilità" di quel partito, dopo le scelte delle scorse settimane, e adesso bisogna garantire "affidabilità". Il segretario Pd lo ha detto parlando alla direzione del partito.

"Per quanto mi riguarda, il tema del rapporto con Italia Viva non ha nulla a che vedere con un aspetto di risentimento per il passato, ma di legittimi fondati dubbi sulla affidabilità per il futuro".

Insomma, "nessun veto, ma un aspetto politico da tenere in considerazione, non per spirito polemico che non mi appartiene, ma perché noi verremo giudicati dagli italiani in merito alla sincerità e alla credibilità delle parole che utilizzeremo per definire il nuovo governo che decideremo di sostenere".

Ha aggiunto il leader Pd: "Valutare la credibilità della composizione di un governo che noi auspichiamo stabile e duraturo, non è un pretesto polemico ma un dovere di responsabilità verso il paese. Altrimenti le parole perdono significato e pretendere una coalizione forte ed ampia ed un esecutivo autorevole che duri tutta la legislatura sarebbe velleitario e vano".

"Per questo - ha concluso - io dico proviamo. Certo senza veti ma al tempo stesso dico chiarezza. Lealtà. Trasparenza. Misura".