Zingaretti: no ultimatum, Italia non capirebbe rimpastone

Bar

Roma, 25 ago. (askanews) - "Lavoriamo a un patto di governo, no a ultimatum e contrapposizioni": lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, in una dichiarazione alla stampa nella sede dem del Nazareno, alla fine dei lavori dei tavoli programmatici interni al partito in vista della riapertura del confronto col M5S su una possibile nuova maggioranza.

"Il tema dei contenuti è importante, l'Italia - ha spiegato - non capirebbe un rimpastone. Il governo uscente è caduto perché non c'era una sintesi ma due programmi paralleli. Noi non crediamo nel modello del contratto".

Il tema per il leader del Pd quindi "non sono solo i nomi ma verificare se possiamo fare una sintesi su un'idea di Italia. Per questo abbiamo riunito i tavoli e domani se ce la facciamo - il tempo è poco - ci saranno anche i sindaci e i presidenti di Regione".