Zingaretti: Pd-Lega restano alternativi, perimetro tocca a Draghi

·1 minuto per la lettura
Zingaretti: Pd-Lega restano alternativi, perimetro tocca a Draghi
Zingaretti: Pd-Lega restano alternativi, perimetro tocca a Draghi

Roma, 9 feb. (askanews) – Il Pd è “molto soddisfatto” del programma di governo che Mario Draghi sta preparando e ribadisce la propria “fiducia” nell’operazione. Lo ha detto il segretario Pd Nicola Zingaretti, al termine del colloquio con il presidente del consiglio incaricato.

“Siamo molto soddisfatti delle linee guida che il professor Draghi ci ha illustrato. Abbiamo apprezzato l’approccio culturale e strategico su cui sta lavorando”. Un’impostazione che è “garanzia di serietà, stabilità, forza e autorevolezza. Non possiamo che confermare la nostra fiducia in un tentativo che sta andando avanti”.

“Un governo che guarda al presente ma si prepara a costruire un futuro, uno spirito corretto in cui ci riconosciamo molto” ha aggiunto.

“Non abbiamo parlato di rapporti con altri partiti e in particolare con la Lega”, ha spiegato ancora Zingaretti. “Ribadisco che il Pd e la Lega – qualsiasi cosa accada – sono e rimangono due forze alternative. Nessuno pensa che un’eventuale esperienza comune possa cambiare le collocazioni” dei vari partiti.

“Il cuore del mandato del professor Draghi è verificare quale perimetro programmatico e parlamentare questo nuovo governo dovrà avere. Una valutazione che dovrà fare il professor Draghi in autonomia ed è quello che sta accadendo con questi colloqui. Per quanto ci riguarda, abbiamo molto apprezzato i contenuti e la visione di questa sintesi”.