Zingaretti: a Sabaudia nel 2020 il canottaggio protagonista

Bet

Roma, 23 lug. (askanews) - Al via il conto alla rovescia per gli appassionati di canottaggio. È stato firmato poco fa nella sede della giunta regionale del Lazio, alla presenza del governatore Nicola Zingaretti, del presidente del Coni, Giovanni Malagò, del Presidente Federazione Italiana Canottaggio (FIC), Giuseppe Abbagnale, e del sindaco del Comune di Sabaudia, Giada Gervasi, il protocollo per la "Coppa del Mondo di Canottaggio Sabaudia 2020". L'appuntamento da sefnare sul calendario è dal 10 al 12 aprile del prossimo anno per la prima tappa della competizione proprio nella città pontina. Il protocollo, che avrà durata fino al 30 aprile 2020, prevede attraverso "proficue forme di collaborazione istituzionale", di "definire linee guida" per condividere e snellire procedure per la migliore riuscita dell'evento e per l'attività di promozione del territorio. Il tutto "nella piena sicurezza di tutti i suoi aspetti sportivi e logistici" e "nel rispetto e nella valorizzazione delle bellezze paesaggistico-ambientali". Ci sarà un comitato presieduto e coordinato dal Sindaco di Sabaudia con le parti che si coordineranno per "organizzare incontri periodici". Nel 2018 - come ricordato ogfi - la Regione Lazio aveva dato il proprio sostegno organizzativo e concesso il patrocinio all'iniziativa. Il campo di gara si trova nell'area naturale di proprietà dell'Azienda Vallicola del Lago di Paola: uno specchio d'acqua salmastra situato lungo la costa, nel cuore del Parco del Circeo e nel territorio comunale di Sabaudia. Alle gare parteciperanno nazionali provenienti da tutto il mondo con circa 1000 atleti. Previste, inoltre, 5mila persone tra staff tecnici e medici, accompagnatori, dirigenti e sostenitori. "Abbiamo vinto una bellissima sfida ora se ne apre un'altra: fare un grande evento" ha sottolineato Zingaretti. "Una vittoria come questa è possibile solo lavorando tutti insieme, d'altronde chi è chiamato a decidere oltre ad ammirare le bellezze e le potenzialità del territorio guarda anche al team che organizza e qui la squadra c'era e la regione ha fatto e continuerà a fare la sua parte".