Zingaretti: se Pd si divide è danno a democrazia

Rea

Roma, 25 lug. (askanews) - Dopo le polemiche sull'intervento, saltato, di Matteo Renzi in Senato, la scissione del Pd è destinata a compiersi? "Tutto quello che sto facendo è per garantire uno spazio di unità, perchè se il Pd si divide facciamo un danno alla democrazia: per sconfiggere chi governa dobbiamo offrire agli italiani una forza credibile e quando giro l'Italia tutti mi chiedono unità, unità, unità". Lo ha detto Nicola Zingaretti, segretario del Pd, ospite di Agorà Estate su RaiTre.

Alla domanda se possa essere lui il prossimo candidato premier del Pd, Zingaretti risponde: "No, credo colui o colei che ha le migliori chance. L'obiettivo non è chi lo fa, ma vincere. Dobbiamo mettere al di sopra delle nostre ambizioni personali l'interesse del Paese. Vedremo gli schieramenti e poi metteremo sul ring la persona vincente. Il problema è quello di mettere chi è utile. Nessuno si autocensura, ma penso che dobbiamo mettere in campo la proposta più credibile e popolare per vincere. Vedremo che schieramento ci sarà e chi sarà la forza più autorevole per guidarla".