Zio Saman Abbas fermato in Francia: l'uomo è accusato di omicidio

·2 minuto per la lettura
Saman Abbas zio arrestato
Saman Abbas zio arrestato

Le ricerche del corpo di Saman Abbas al momento sono state sospese, ma non si fermano le indagini sul giallo della giovane ragazza pakistana residente a Novellara: lo zio è stato arrestato a Parigi. L’uomo è accusato di omicidio.

Saman Abbas, arrestato lo zio

Danish Hasnain, lo zio di Saman Abbas, è stato arrestato nella mattinata di mercoledì 22 settembre 2021 nella periferia di Parigi.

L’uomo è uno dei cinque parenti della 18enne indagati per l’omicidio. Un video ripreso dalle telecamere di sorveglianza mostrava lo zio con un sacco e le pale. Con lui due cugini della povera Saman. L’ipotesi è che la giovane sia stata uccisa dai suoi stessi familiari, perché contraria a un matrimonio combinato, non libera di vivere il suo amore per il fidanzatino, un connazionale residente in Italia. Poi si è pensato che i tre uomini si fossero mossi con le pale solo per depistare gli inquirenti.

Saman Abbas, arrestato lo zio: la storia della 18enne pakistana

A novembre 2020 Saman aveva denunciato i genitori, rifiutando il progetto di matrimonio combinato voluto dalla famiglia. Siccome la ragazza era ancora minorenne, è stata affidata a una struttura protetta nel Bolognese.

L’11 aprile scorso la giovane si era allontanata, ritornando a casa per prendere i suoi documenti. Tuttavia, pare che madre e padre non volessero più sapere niente di lei, la quale era tornata a denunciarli. Il 5 maggio i carabinieri sono andati a cercarla nella sua casa di Novellara. Di lei più nessuna traccia: la giovane è scomparsa da fine aprile.

I genitori intanto avevano fatto ritorno nel Paese di origine. I due sono stati ripresi mentre prendevano il volo per il Pakistan, l’1 maggio scorso. Il biglietto era stato acquistato solo due giorni prima. Il padre aveva poi dichiarato che Saman era in Belgio e stava bene. Gli inquirenti, tuttavia, non hanno mai creduto a questa versione.

Saman Abbas, arrestato lo zio: le indagini

In seguito alla scomparsa della ragazza, arricchita dalla testimonianza del suo fidanzato, la procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo per omicidio premeditato.

Al centro delle indagini sono finiti il padre della 18enne, Shabbar Abbas, la madre Nazia Shaheen, lo zio Danish Hasnain e due cugini, Nomanulhaq Nomanulhaq e Ikram Ijaz.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli