"Zitellone", il grazie delle suore al Papa "per la provocazione"

·1 minuto per la lettura

Le suore invitate dal Papa a non fare le "zitellone" scrivono a Bergoglio. "Grazie papa Francesco per questa provocazione. Una provocazione che può far male, ma che può davvero essere di stimolo di ritornare alla bellezza e verità di ciò che siamo", scrive madre Doriana Giarratana delle Pie Discepole del Divin Maestro​ in un intervento sul Sir.

"Come rimanere indifferenti all’ulteriore provocazione di papa Francesco nei confronti di noi consacrate? ’Non siate zitellone’. Provocazione, una chiamata a favore di una autenticità di vita, - scrive la madre superiora - a cui per dono dello Spirito siamo in modo speciale dedicate. Sì perché il primo impegno, il grande impegno e responsabilità che abbiamo nella Chiesa è quella di fare risplendere la bellezza della santità di Dio, riflessa nel volto della Chiesa sposa. Di cui noi donne consacrate siamo segno e testimonianza per vocazione e missione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli