Zona bianca, possibili nuove regole per le Regioni: il retroscena

·1 minuto per la lettura
Zona bianca, nuove regole per le Regioni: cosa cambia (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)
Zona bianca, nuove regole per le Regioni: cosa cambia (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Le Regioni si preparano a entrare in zona bianca: tre il primo giugno, quattro la settimana successiva e poi quasi tutte dal 14. Le regole che conoscevamo fino a oggi per la fascia di rischio più bassa, però, stanno per cambiare.

Zona bianca Regione per Regione

Le prime a entrare nella fascia di rischio più bassa sono Sardegna, Molise e Friuli - tutte con un tasso di incidenza sotto i 50 positivi per 100mila abitanti -. Poi tocca ad Abruzzo, Veneto e Liguria, probabilmente anche l'Umbria.

A partire dal 14 giugno, invece, si aggiungono Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna alle Regioni in zona bianca. Non è escluso, poi, che le altre Regioni seguiranno.

GUARDA ANCHE - Cos’è il green pass, quanto dura e come ottenerlo?

Le nuove regole: annuncio di Fedriga

Le uniche due regole da seguire in zona bianca, al momento, sono il distanziamento sociale e l'uso delle mascherine. Le cose, però, potrebbero cambiare. Lo ha annunciato il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga, secondo il quale a breve ci sarà un incontro per fornire nuove indicazioni.

"Di regole sulla zona bianca non ce ne sono moltissime. Ci stiamo confrontando con i governatori le cui Regioni dovrebbero passare per prime in zona bianca, cioè Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, e quelli i cui territori passeranno la settimana successiva, per capire se mettere in campo misure condivise". Il governatore ha poi anticipato che "fra qualche giorno raggiungeremo un'ipotesi di lavoro sulla quale mi auguro poter partire la prossima settimana".

GUARDA ANCHE - Fedriga "Passi avanti verso le riaperture"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli