Zona euro, per Knot (Bce) prospettive di inflazione giustificano riduzione stimolo - Bloomberg

·1 minuto per la lettura
Il governatore della banca centrale olandese Klaas Knot.

FRANCOFORTE (Reuters) - L'inflazione nella zona euro dovrebbe essere più vicina all'obiettivo del 2% della Banca centrale europea (Bce) rispetto a prima della pandemia di coronavirus, giustificando una riduzione dello stimolo monetario.

Lo ha detto il membro del board Bce e governatore della banca centrale olandese Klaas Knot.

"Le prospettive di inflazione di oggi sono chiaramente più favorevoli di quanto non fossero prima della pandemia, nel senso che è più vicina al nostro obiettivo", ha detto Knot su Bloomberg TV.

"Questo è qualcosa di cui tenere conto e che dovrebbe essere anche una misura per la ricalibrazione degli acquisti di asset che dobbiamo intraprendere a dicembre".

Knot ha anche fatto eco a molti dei suoi colleghi nel prevedere che il Programma di acquisto di emergenza pandemica della Bce si concluderà a marzo, nonostante siano state introdotte nuove restrizioni per frenare le infezioni da coronavirus.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli