Zona euro, primi segnali di ripresa probabilmente in trim1 - Gentiloni

·2 minuto per la lettura
Il Commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni durante una conferenza stampa online

BRUXELLES (Reuters) - La zona euro dovrebbe iniziare a mostrare segnali di ripresa economica nel primo trimestre del prossimo anno, anche se i nuovi lockdown come quelli imposti in Germania e nei Paesi Bassi indicano che la regione dovrà affrontare un inverno difficile.

Lo ha detto Paolo Gentiloni, commissario europeo all'economia.

Gentiloni, intervenuto dopo una riunione dei ministri delle finanze della zona euro, ha detto che il 2020 è stato un "anno davvero triste", con una previsione della Commissione europea che vede l'economia dell'area contrarsi del 7,8% quest'anno, per poi crescere del 4,2% nel 2021.

Il commissario ha commentato che alcuni Paesi della zona euro, in particolare Germania e Paesi Bassi, hanno messo in atto nuove misure di contenimento che freneranno la domanda interna nel breve termine.

"C'è ancora incertezza per l'inverno che sta arrivando. Tutto sommato, possiamo aspettarci di vedere i primi germogli di ripresa nel primo trimestre del prossimo anno, ma questo è ancora soggetto a un alto rischio", ha detto durante una conferenza stampa.

Gentiloni ha confermato che il rimbalzo nel terzo trimestre è stato superiore a quanto inizialmente previsto, ma che le prospettive nel quarto trimestre sembrano peggiori, anche se l'impatto economico della seconda serie di lockdown non è stato così grave come quello della prima.

La notizia dell'imminente arrivo dei vaccini ha fatto crescere le aspettative di una ripresa più rapida, ha detto Gentiloni, aggiungendo che se saranno messi a disposizione di tutti gli europei il prossimo anno, l'economia potrebbe tornare più rapidamente del previsto ai livelli pre-pandemici.

I ministri delle finanze della zona euro hanno concordato che le politiche fiscali dovrebbero rimanere di sostegno per tutto il 2021 e hanno convenuto che dovrebbero essere mirate e di natura temporanea.

((Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614))