Zona euro, produzione industriale scende meno del previsto a marzo

Le bandiere dell'Unione europea a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - La produzione industriale della zona euro è scesa meno del previsto a marzo, come hanno mostrato i dati di Eurostat, con beni capitali e prodotti al consumo non durevoli che hanno guidato la flessione su mese, mentre quelli durevoli hanno dato sostegno.

L'ufficio statistico dell'Unione europea ha reso noto che la produzione industriale nei 19 Paesi che condividono l'euro è scesa dell'1,8% su mese, a fronte di un calo su base tendenziale dello 0,8%.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto una contrazione del 2,0% su mese e dell'1% su anno.

La produzione dei beni capitali ha registrato le maggiori perdite su mese, pari al 2,7%, mentre quella dei beni non durevoli è scesa del 2,3% rispetto a febbraio e i beni al consumo durevoli sono saliti dello 0,8%.

Su base tendenziale la produzione di energia è crollata del 4% a marzo e i beni capitali sono scesi del 2,7%, mentre i beni di consumo durevoli sono saliti del 6,6% e quelli non durevoli hanno registrato un +2,8%.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli