Zona euro, sentiment cala bruscamente su aumento aspettative inflazione

Il logo della Banca centrale europea (Bce) a Francoforte, Germania.

BRUXELLES (Reuters) - Il sentiment economico della zona euro è calato bruscamente e più del previsto a settembre, secondo i dati pubblicati oggi, a causa del calo della fiducia di aziende e consumatori, che sono anche pessimisti sull'andamento dei prezzi nei prossimi mesi.

L'indice mensile della Commissione Europea è sceso a 93,7 punti a settembre da 97,3 rivisto al ribasso in agosto, rispetto al calo a 95,0 previsto dagli economisti intervistati da Reuters.

I dati della Commissione hanno mostrato un calo della fiducia in tutti i settori economici, tra cui l'industria, i servizi, il commercio al dettaglio e i consumatori, a fronte di un aumento delle aspettative di inflazione in tutti i settori.

Il calo dell'indice di fiducia è stato più pronunciato tra i produttori e i consumatori, con i dirigenti d'industria che hanno ridotto le loro aspettative sulla produzione futura e sulle esportazioni.

La fiducia delle famiglie è scesa a -28,8 punti da -25,0, poiché i consumatori si aspettano un peggioramento della situazione finanziaria nei prossimi mesi prevedendo di rivedere i propri piani di acquisto.

Le aspettative di inflazione sono aumentate in tutti i settori intervistati, dopo il calo dei mesi precedenti, nonostante l'impegno della Banca centrale europea a combattere la spirale dei prezzi con molteplici aumenti dei tassi di interesse.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)