Zona rossa durante le feste natalizie, Salvini non ci sta

·1 minuto per la lettura
Salvini contro restrizioni di Natale: “Mi autodenuncio, uscirò lo stesso”
Salvini contro restrizioni di Natale: “Mi autodenuncio, uscirò lo stesso”

Matteo Salvini si schiera contro il Decreto Natale del governo Conte e annuncia che uscirà lo stesso di casa durante le festività per aiutare le persone meno fortunate di lui. Il leader della Lega ha inoltre criticato l’atteggiamento dell’esecutivo di questi ultimi giorni, accusandolo di troppa incertezza e di confusa mediazione politica su un tema così delicato come quello delle restrizioni anti Covid: “Mi autodenuncio: se la vigilia di Natale, il 25 e il 26 non si potrà uscire di casa, neanche per portare una coperta a chi dorme in strada e ha freddo, per portare un sorriso a distanza, io lo farò lo stesso”.

Salvini contro il Decreto Natale

Nell’annunciare le sue azioni di proteste per le feste natalizie, Salvini ha dunque affermato: “Porterò dei doni ai bimbi più sfortunati la vigilia di Natale mentre il 25 pranzerò con i clochard e porterò un pasto caldo a chi dorme in strada. Lo farò in maniera rispettosa e ordinata, ma preannuncio che se il governo deciderà il ‘tutti chiusi in casa’, io uscirò e aiuterò gli altri”.

Da qui poi la stoccata al governo, accusato dal segretario leghista di passare il tempo a litigare su questioni di lana caprina senza prendersi responsabilità nei confronti della popolazione: Zona rossa che diventa arancione, poi di nuovo rossa… non ci sono con la testa. Vi sembra normale tutto questo? Conte, decidi e prenditi una volta nella vita la responsabilità di dire sì o no. Siamo al 18 dicembre e 60 milioni di italiani non sanno ancora cosa si deve fare a Natale perché il governo non si è degnato di spiegare nulla”.