Zona rossa e nuova stretta Dpcm, oggi incontro governo-Regioni

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Tutta Italia zona rossa nei weekend, zona gialla rafforzata con divieti, regole e restrizioni più severi rispetto al Dpcm anti-Covid entrato in vigore qualche giorno fai, Pasqua con misure ad hoc come è stato per Natale. Queste le nuove strette allo studio del governo che verranno discusse oggi con le Regioni e gli enti locali, in vista del Consiglio dei ministri di domattina. Nel corso della riunione saranno esaminati i nuovi dati sulla diffusione del contagio e approfondimenti condotti con le Regioni e le Province autonome. Domani, comunica Palazzo Chigi, il Consiglio dei ministri potrà valutare l’adozione di eventuali misure.

Ieri la cabina di regia con il premier Mario Draghi ha valutato la situazione epidemiologica del Covid, ma attende di analizzare nuovi dati, anche sull'andamento delle varianti. Presente nella riunione il numero uno dell'Iss Silvio Brusaferro e il presidente del Cts Franco Locatelli. Il Cts, come noto, esclude un lockdown totale ma è sostanzialmente favorevole a un giro di vite nei weekend in tutta Italia per arginare il numero in salita dei contagi.

Il varo di misure e regole più severe "è probabile per evitare un ulteriore peggioramento" del quadro dell'epidemia "con l'aumento dei casi, dei decessi e della pressione sui reparti ospedalieri", ha spiegato ieri Roberto Speranza, ministro della Salute. Il nemico, in questo momento, è la variante inglese che "corre molto di più rispetto al ceppo originario. Gli scienziati ci hanno fatto alcune proposte, valuteremo i provvedimenti. E' opportuno muoversi in tempo stretti per portare la curva sotto controllo".