Zona Seattle senza polizia,Trump litiga con governatore e sindaca

A24/Pca

New York, 12 giu. (askanews) - "Riprendete Seattle" dai "terroristi", dagli "anarchici" e dai "democratici della sinistra radicale". Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, furibondo per quanto sta avvenendo in una zona della citt dello Stato di Washington: un'area senza la polizia, ora 'in mano' ai manifestanti antirazzisti, che da settimane protestano contro la brutalit delle forze dell'ordine e le diseguaglianze sociali, dopo la morte di George Floyd, per cui sono stati incriminati quattro poliziotti.

In una serie di tweet, il presidente ha scritto: "Riprendete la vostra citt, ora. Se non lo farete, lo far io"; una minaccia gi lanciata giorni fa contro sindaci e governatori 'deboli': "Mander l'esercito", ha assicurato il presidente. Il governatore Mark Inslee e la sindaca Jenny Durkan hanno risposto duramente su Twitter: il primo ha parlato di Trump come di "un uomo totalmente incapace di governare", che "dovrebbe restare fuori dagli affari dello Stato di Washington"; la seconda, ha invitato il presidente "a tornare nel suo bunker. La minaccia di invadere Seattle, di dividere e incitare alla violenza nella nostra citt, non solo non benvenuta, ma sarebbe illegale". (segue)