Zone rosse locali in tutta Italia: dove sono

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(AP Photo/Luca Bruno)
(AP Photo/Luca Bruno)

C'è un'Italia rossa. Nelle aree dove si registra una maggiore diffusione delle varianti, sono scattati o scatteranno lockdown approvati con ordinanze locali.

Ecco dove. 

Umbria

In Umbria è stata prorogata dalla Regione fino al 28 febbraio la "zona rossa rafforzata" per la provincia di Perugia e per 6 Comuni della provincia di Terni, in scadenza il 21 febbraio. Una settimana in più "alla luce di un andamento della curva dei contagi che non presenta ancora una stabilizzazione discendente", ha spiegato la governatrice Donatella Tesei. 

Bolzano

Il governatore altoatesino Arno Kompatscher ha imposto un lockdown su tutta la Provincia autonoma di Bolzano dall'8 febbraio, per 3 settimane con divieto di spostamento dal proprio Comune di residenza, bar e ristoranti chiusi, come buona parte dei negozi. 

Nei quattro comuni dove è stata rilevata la presenza della variante sudafricana (Merano, Rifiano, San Pancrazio e Moso in Passiria) misure ancora più stringenti: dal 22 febbraio, per ogni spostamento in entrata o in uscita, sarà necessario essere in possesso di un test antigenico o PCR negativo risalente al massimo a 72 ore prima.

GUARDA ANCHE: Cosa cambia da zona rossa ad arancione

Abruzzo

Due province restano in area rossa per un'altra settimana: quella di Pescara e quella di Chieti dove la variante inglese è responsabile di oltre il 65% dei contagi. 

Molise

La Regione è passata da gialla ad arancione. Ma 28 comuni del Basso Molise sono in zona rossa dallo scorso 7 febbraio, secondo un'ordinanza che dovrebbe essere prorogata. 

Lazio

Dal 15 febbraio il paese di Roccagorga, in provincia di Latina, è zona rossa visto l'alto numero di contagi e il sospetto variante inglese. 

Lombardia

Nei Comuni di Bollate, Castrezzato, Mede e Viggiù i provvedimenti sono scattati mercoledì 17 febbraio e proseguiranno fino al 24 febbraio. L'Ufficio scolastico regionale per la Lombardia ha previsto la didattica a distanza per tutti gli studenti residenti nei comuni classificati in zona rossa, anche se frequentanti istituti in altri Comuni. 

Piemonte

Il Comune di Re, nel Verbano-Cusio-Ossola, entra in zona rossa dalle 18 di oggi. L'ordinanza firmata dal presidente della Regione, Alberto Cirio, sarà valida fino a venerdì 26 febbraio. Nel piccolo Comune vicino al confine svizzero, su circa 750 abitanti, 37 sono risultati positivi negli ultimi 7 giorni. Sospesa inoltre l'attività didattica in presenza in tutta la Valle Vigezzo. 

GUARDA ANCHE: Riapertura graduale in Svizzera