Zoomarine, raccolta fondi per onlus a favore dell’integrazione

·4 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 1 lug. (Labitalia) – Una giornata speciale di divertimento e solidarietà. Zoomarine chiama all’appello 17 associazioni che operano nel sociale per una raccolta fondi a sostegno di progetti e attività di integrazione. Sabato 3 luglio va in scena 'Più siamo, più raccogliamo', giornata interamente dedicata alla solidarietà, promossa da Zoomarine ed organizzata con il prezioso contributo dell’associazione onlus 'L’arte nel cuore'. Si tratta di una prima iniziativa, alla quale seguirà un secondo appuntamento a settembre. Tutti gli ospiti che visiteranno il parco nella giornata di sabato 3 luglio (acquistando i biglietti on line oppure sul posto) contribuiranno allo scopo benefico: una parte dell’incasso verrà, infatti, devoluto alle numerose associazioni aderenti all’iniziativa. Inoltre Zoomarine offre ai piccoli ospiti delle associazioni coinvolte e ai loro accompagnatori l’opportunità di interagire gratuitamente con gli animali del parco, provando l’esperienza del programma educativo 'Incontra gli animali'. Una vera e propria rete solidale che Zoomarine e 'L’arte nel cuore' mettono in campo, in linea con il claim dell’estate 2021 'Ci mettiamo il cuore'.

Hanno aderito all’iniziativa Asd ragazzi di vita, Associazione filo dalla torre, Associazione odv isola, W.a.y.s. cooperativa sociale onlus, Associazione fiore del deserto, Associazione hopen, Amici di Giorgio Albertini, Associazione Hermes, Il cuore di cristiano associazione per l'oncologia pediatrica e la disabilita' infantile, Odv Associazione il colibri, Associazione aiuto soggetti sindrome praderwilli sz. lazio e l.ro f.ri, Ylenia e gli amici speciali, Associazione italiana sindrome di williams del lazio, Save the family, Associazione del Lazio sindrome x fragile, La rete associazione di volontariato. Saranno ospiti della giornata organizzata da Zoomarine la cantante Veronica Kirchmajer, la band Scooppiati Diversamente Band e il maestro d’arte Stefano Prisco. Testimonial dell’evento sarà Claudia Gerini. Il progetto nasce dalla collaborazione di Zoomarine con l’Associazione 'L’arte nel cuore', ente di Formazione riconosciuto dalla Regione Lazio che opera per l’integrazione tra ragazzi disabili e normo-dotati con l’obiettivo di far esprimere insieme qualità artistiche in un percorso formativo che aiuti concretamente nello sviluppo delle potenzialità e che consenta all’accademia di formare veri talenti accompagnandoli verso il raggiungimento di reali risultati professionali.

L’impostazione seguita è quella dell'accademia di spettacolo, dapprima rivolta alle discipline di danza, recitazione, doppiaggio musica e canto, con l’obiettivo di offrire una struttura non solo senza barriere architettoniche, ma pensata e progettata per l’insegnamento a persone con e senza disabilità. L’accademia è il primo progetto europeo di formazione artistica rivolto a persone diversamente abili e normo-dotate e persegue lo scopo di superare le barriere culturali e mentali attraverso la condivisione di un’esperienza unica. L’associazione vuole colmare una carenza, ovvero la mancanza di offerta di servizi ed attività per le persone disabili che possiedono doti artistiche e vogliono svilupparle in un ambiente integrato.

Daniela Alleruzzo, presidente 'L’arte nel cuore onlus', commenta così la partnership con Zoomarine: "Essere presenti in una giornata così speciale in un posto speciale come Zoomarine è davvero importante ma anche emozionate. Poter dare a questi ragazzi l’opportunità di viversi dopo lunghe giornate chiusi in casa per colpa del Covid 19, la normalità, come è giusto che sia, è un momento di svago, di divertimento assieme a degli amici straordinari come i delfini le foche e tutti gli animali del parco insieme alle loro famiglie integrandosi con gli ospiti di Zoomarine credo sia un giusto messaggio che va lanciato".

"Noi – sottolinea – come 'L’arte nel cuore' abbiamo uno slogan: dove c’è talento, non esistono barriere. Ma le barriere vanno abbattute ovunque e grazie a Zoomarine e a questa giornata possiamo davvero sostenere i nostri ragazzi. Fondamentale e strategica la decisione condivisa fra me come Presidente e gli organizzatori del parco, di poter dividere fra tutte queste associazioni l’incasso della giornata".

"Considerando che – avverte Daniela Alleruzzo – la pandemia ha messo tutti a dura prova, si tratta di un gesto di solidarietà a cui tenevo molto, e che non solo crea rete nel territorio, visto che si dice sempre di farla questa rete ma poi alla fine non si fa mai, ma apre anche le porte a future collaborazioni fra tutti noi. Era da tanto tempo che volevo tendere una mano ad altre associazioni come la nostra e questa è una grande occasione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli